Protesi 3D per Tartaruga!

Home/Case History/Protesi 3D per Tartaruga!

Protesi 3D per Tartaruga!

Protesi per tartarugaUn semplice messaggio sulla nostra pagina FacebookBuongiorno, sono un veterinario e vorrei mettere un impianto ad una tartaruga che ha perso le zampe posteriori… Non so se potete essere interessati ad una collaborazione… Nicola Di Girolamo“, una richiesta di collaborare ad un progetto unico nel suo genere, un primo contatto telefonico e ci siamo immediatamente innamorati di questo progetto.

Abbiamo iniziato a fare ricerche in Internet, per capire se e cosa fosse stato già fatto e, con nostro enorme stupore, ci siamo accorti che, a parte il progetto di una scuola americana, nulla era stato realizzato.

L’esigenza espressa da Nicola, che in seguito abbiamo scoperto essere il famoso “dottor furetto”, era quella di creare una protesi che impattasse poco sulla tartaruga e fosse facilmente removibile! Una bella sfida per il nostro team!

Calco tartarugaCome prima cosa abbiamo fatto il calco del carapace della tartaruga, per poter lavorare su misure esatte e realizzare una protesi perfettamente calzante.
Il calco è stato realizzato con la tecnica classica della scultura tradizionale: abbiamo cosparso il guscio della tartaruga con la vaselina, lo abbiamo rivestito di alginato, abbiamo applicato bende gessate ed, infine, ricoperto il tutto con gesso alabastrino.

Scansione 3D con Artec SpiderUna volta ottenuto il calco, lo abbiamo scansionato, utilizzando lo scanner Artec Spider, ed il risultato è stata una riproduzione fedele del guscio sul nostro PC.

Come ogni progetto che deve essere sviluppato da zero, abbiamo fatto diverse prove ed analizzato numerose soluzioni, prima di arrivare a quella che consideriamo, allo stato attuale, la Protesi 3D per tartaruga definitiva!

Sulla tartaruga verranno applicati, tramite colla epossidica bicomponente, 5 piccoli “bottoni” contenenti del ferro.  Nella protesi, invece, abbiamo inserito dei magneti al neodimio che permettono di tenere la protesi saldamente agganciata alla tartaruga ma, contemporaneamente, garantiscono una facile rimozione della protesi stessa.

Il progetto ha avuto una grande eco, tanto da essere ospitato alla trasmissione “I fatti vostri” condotta da Giancarlo Magalli.

Ed anche il programma di Canale 5 dedicato agli animali “L’arca di Noè” ha dedicato un servizio al nostro progetto.

 

By | 2016-10-24T15:51:19+00:00 maggio 5th, 2016|Case History|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment